Online: 1 | LOGIN | English

Home Servizi Roster Parters Contatti

Scritti Inversi Naturelfa

SANREMO: CITTA' DEI FIORI E NON SOLO....

2011-03-01 20:22 by elfa (letto 8135 volte)
Sanremo ha qualcosa di particolare, qualcosa che difende la sua identità, per la quale è riconosciuta: Sanremo è la città dei fiori e non solo, perché grazie a Pier Bussetti e Giulio Razzi...

Questa città vive di fasi, fasi alternate, infatti, durante i periodi “normali” mantiene la sua identità di città solare, piena di gioia e di gente, gente che passeggia per le vie e vive godendosi l’aria pura e le giornate piene di sole, è raro infatti avere sopra di sé un cielo grigio, sembra sempre che le nuvole si ricordino di passare in questa città solo per fare una visita, per dissetare i fiori e, anche quando piove è difficile resistere alla tentazione di voler uscire a passeggiare per godersi il mare, strade e architetture della città dei fiori.

Infatti, come tutte le altre città, anche Sanremo ha qualcosa di particolare, qualcosa che difende la sua identità, per la quale è riconosciuta: Sanremo è la città dei fiori e non solo, perché grazie a Pier Bussetti e Giulio Razzi, ogni anno dal 1951 ha luogo il festival della canzone Italiana.

La città in quella settimana si carica di energia e magia, ogni amante della musica dovrebbe fermare il tempo e trasferirsi lì in quei giorni, molti penseranno che sia bello perché è facile incontrare personaggi dello spettacolo, persone che magari vediamo ogni giorno in televisione e ammiriamo; no, Sanremo durante il festival non è solo questo.
Ogni anno, nella settimana del festival le strade sono addobbate a festa, le vie si riempiono di simboli che rappresentano la musica, strumenti musicali, radio e giornalisti pronti a raccontare ogni singolo evento, le strade sono piene di gente di diverso tipo, c’è il semplice cittadino che si gode la sua città come ogni giorno, c’è il fan curioso in cerca di un autografo o una bella fotografia, ci sono i personaggi dei programmi televisivi e cantanti conosciuti, ci sono persone pronte a organizzare eventi per dare visibilità agli artisti emergenti e infine ci sono gli artisti di strada.



Ogni persona popola le vie della città assorta dai propri pensieri, dalle proprie preoccupazioni e capita spesso di essere interrotti ogni volta in cui si sente che un ipotetico personaggio sia in un ipotetico bar, la folla si ammassa e sono davvero pochi quelli che riescono a resistere alla tentazione del porsi la domanda “di chi parlavano?”, in quelle giornate ci si lascia trasportare in un vortice di euforia collettiva che sfocia molto spesso in giornate spensierate e divertenti.

Ci si sofferma spesso al festival di Sanremo tralasciando i miliardi di particolari che affollano la città in quelle giornate. Spesso è più facile parlare dell’artista in gara, del suo look, della sua canzone, del suo modo di cantare e di presentarsi, nulla da togliere ai grandi artisti che si esibiscono al teatro Ariston solo che, dobbiamo ricordarlo, l’arte vive anche nelle strade e nei piccoli pub.

In quei giorni capita spesso di imbattersi in artisti che fanno della musica e dell’arte il proprio mestiere, spesso sono artisti che non aspirano al festival, a volte per ideologie e altre volte per questioni diverse, come ad esempio la difficoltà di poter accedere a questo rinomato festival della musica Italiana.

Gli artisti si preparano giorni prima per questo lungo viaggio, sapendo di poter contare sull’atmosfera allegra e sulla buona ospitalità della città di Sanremo, c’è chi viaggia in treno portandosi sulle spalle strumentazioni e chi addirittura si prepara con un pulmino stile figli dei fiori, la musica e l’arte sono il vero centro di attenzione perché ognuno ha qualcosa da offrire, una storia da raccontare, uno strumento sconosciuto a molti da far suonare.

Il risultato è ottimo, per le strade di Sanremo, tra gente che ignora e gente curiosa che si sofferma ad ascoltare, nascono delle vere e proprie Jam session fatte di musica, strumenti, voci e spesso anche di giocolieri, mimi e pittori.
E’ difficile restare indifferenti a tutte queste forme d’arte che si uniscono in questa settimana nella città del Festival, non sarebbe bello valorizzare anche questa “faccia della luna”? Perché l’arte vive anche grazie a noi osservatori e ascoltatori ed è impossibile in quei giorni non rendersi conto di quanti talenti nascosti popolano la nostra nazione.

Sanremo, dunque, ha delle bellissime tradizioni, il festival, i fiori e la capacità di concentrare in una sola settimana persone diverse, persone che attraverso l’arte raccontano storie, mostrano la propria anima.


A proposito dei fiori, la città è bellissima, accogliente, calda, piena di luoghi d’incontro, che siano locali o semplici panchine sul mare, ci sono alberi e piante, fontane e bellissimi posti nascosti tra pietre e scale, piazze o splendide architetture civili o religiose, la mancanza dei fiori però inizia a farsi sentire, pochissimi fiorai in giro, sarà stata forse una “piccola” svista? speriamo di si! Più giù, verso la periferia, verso le autostrade è possibile vedere serre che con il passare degli anni si sono svuotate, così come si è svuotato il palco dell’Ariston, quest’anno totalmente privo di fiori, se non per qualche omaggio floreale, speriamo che la crisi non abbia portato questa città a tagli sulla coltivazione dei fiori, sarebbe un vero peccato essere privati della moltitudine di colori e positività che i fiori hanno da offrire.

E’ importante ricordare Sanremo anche per altre manifestazioni importantissime, la città ligure infatti, ospita ogni anno l’arrivo della corsa ciclistica Milano – Sanremo, il rally automobilistico e la tappa italiana dell’European poker tour che si tiene al casinò di Sanremo, luogo nel quale è nato il festival della canzone Italiana, inoltre, non meno importante, Area Sanremo , concorso musicale nel quale ogni anno più di 500 artisti popolano la città con la speranza di poter salire sul palco dell’Ariston.

Sanremo è sempre lì che vi aspetta, senza nessuna fretta, in qualunque periodo dell’anno, anche se, possiamo consigliarvi, senza nessun dubbio, di provare l’esperienze della città durante il periodo del festival della canzone Italiana, sapete bene dov’è l’appuntamento, purtroppo ci’è impossibile poter dire il giorno e l’ora esatta , ma sappiamo che la carica di energia in quel periodo è fortissima, se siete artisti o anche semplicemente persone che hanno voglia di vivere nuove avventure, l’atmosfera di Sanremo è sicuramente quella che fa per voi.

Redazione ELFA Promotions
a cura di Francesca Emilio

 
Mi piace Non mi piace


I PIU' POPOLARI

I PIU' LETTI