Online: 1 | LOGIN | English

Home Servizi Roster Parters Contatti

Scritti Inversi Naturelfa

RECENSIONE SU ELFA - GRAZIE RADIO TORVERGATA

2009-05-20 13:36 by elfa (letto 599 volte)
- Cari visitatori, artisti, collaboratori e tant'altre persone che sostengono ELFA, lo staff si riserva di informarvi dei notevoli passi in avanti e la crescita evolutiva che ha caratterizzato ELFA da un anno in qua.......



Cari visitatori, artisti, collaboratori e tant'altre persone che sostengono ELFA, lo staff si riserva di informarvi dei notevoli passi in avanti e la crescita evolutiva che ha caratterizzato ELFA da un anno in qua....

In data odierna durante un controllo di routine sul web per constatare il livello di visibilità raggiunto dall'Assoc. ci accorgiamo solo ora (dopo due mesi dalla pubblicazione) che dal motore di ricerca Yahoo risulta una recensione redatta dall'ufficio stampa di Radio Torvergata in data 5 marzo 2009.......



Ringraziamo tutto lo staff della nostra mitca radio partner



Sostenere la musica emergente in italia significa puntare sui sogni di tanti giovani artisti che ogni giorno si trovano ad affrontare le loro battaglie per poter "sfondare".

Il mercato discografico oggi è molto più frammentato e vario del passato e ciò non è un segreto per nessuno, così come non lo è il fatto che tra il moltiplicarsi delle forme d'accesso tecnologiche alla musica (sia da parte di chi la musica l'ascolta soltanto, che da parte di chi la crea e la produce) oltre a doversi scontrare contro il monopolio economico e contrattuale dei colossi discografici sforna-big dal successo sicuro, i giovani musicisti devono farsi strada anche all'interno di una nuova dimensione di "musica casalinga" o "fai da te" che mette sullo stesso piano chi vive quest'arte come un lavoro basato su consapevolezza e passione, e chi invece s'improvvisa musicista, magari anche solo per sfruttare l'impulso creativo momentaneo e senza pensare di continuare in futuro;la musica - si sa - per musicisti professionisti, emergenti o dilettanti, e per tutti gli altri, è veramente un magnifico gioco, una possibilità di comunicare davvero potente, un ideale a volte non realizzabile, un piacere.

E allora se, per distinguere un musicista o cantante da chi non lo è, non usiamo il metro della fama (quella raggiunta dai vari Ligabue, Vasco Rossi, ecc, per intenderci) ma quello della creatività - della passione come della fantasia - della conoscenza, della dedizione e della continuità, allargheremmo il nostro sguardo sulla realtà di una musica emergente, sotteranea, molto ricca ed effervescente che vive all'ombra del successo degli artisti ultra famosi e che quasi sempre coincide con la produzione delle etichette indipendendenti.

A Radio Tor Vergata siamo soliti dare spazio agli artisti appartenenti al circuito indie e li accostiamo volentieri ai "mostri sacri" del rock e agli altri artisti di musica italiana e non, dal successo ormai consolidato.
Ma accanto a quanto fanno le radio e gli altri media, alle piazze, alle strade e a tutti i luoghi nei quali è possibile portare la musica, esiste un lavoro di ricerca e di selezione, un "dietro le quinte" che in genere non è mostrato ai più, e del quale si fanno carico soprattutto le medie e piccole case discografiche e di promozione, solitamente sganciate dal circuito delle major e dal loro potere di mercato, per le quali pescare giovani talenti è una missione che comporta anche il rischio dell'insuccesso.

Tra di esse, c'è l'associazione culturale ELFA Promotions (Management & Production), un'organizzazione che gestisce e promuove artisti e gruppi emergenti, italiani e non, appartenenti ai generi rock, pop-rock, folk-rock, ambient, funk, jazz e progressive.
Col suo impegno nel creare le migliori condizioni per diffondere e valorizzare la musica emergente, l'ELFA, attraverso la creazione di una rete di contatti all'interno del settore musicale, fa incontrare artisti emergenti e addetti ai lavori offrendo contemporaneamente una serie di informazioni utili per accedere alle varie opportunità offerte dal settore e riesce a mettere in contatto anche artisti e pubblico attraverso il proprio sito web e tutta una serie di iniziative promozionali.


L'Elfo, com'è noto, è una figura mitologica dai poteri straordinari e con le orecchie a punta: segno ineluttabile del fatto che la nostra creatura possegga un udito molto sensibile.
La nostra ELFA ha fatto pervenire alla redazione di Radio Tor Vergata il suo catalogo musicale 2008/2009 e noi lo abbiamo ascoltato e qui ve lo proponiamo, parlandone volentieri.

Diciotto canzoni per sei artisti e gruppi diversi che ci presentano le loro novità: una raccolta assolutamente interessante e bella da ascoltare, fatta di diversi stili musicali racchiusi nel cd e spesso anche di mescolanze di influenze diverse all'interno dello stesso pezzo: quest'ultimo per esempio è il caso degli Aioresis, il gruppo salentino che, dopo il ritmo l'energia e l'orecchiabilità degli Audiomatica, ci riempiono di allegria facendoci ascoltare il loro etno-rock giocoso e che tingono con accenni di ska le loro trascinantissime tarantelle, eseguite con tanto di chitarre elettriche, basso, batteria, cornamuse, zuffoli e strumenti etnici a profusione, con tanto di cori campestri che rempiono l'atmosfera di festa.

Si cambia musica ed anche lingua con Valentina Mey: un'artista dalla voce calda e ben sintonizzata sulle note del funk che è capace di destreggiarsi anche col rap, l'hip hop e la dance, attraverso quattro pezzi davvero sorprendenti. E ci piacciono anche i Mardi Gras di conversation che si impongono alla nostra attenzione con un delizioso pop / rock acustico/ blues mescolato ai ritmi latini e che sono la base per una conversazione cantata a due voci, per metà in inglese e per metà in portoghese.

Ma ci rapiscono anche l'armonica e la voce flautata di Monica Shannon e le sue proposte musicali all'insegna di un sensuale blues rock e soprattutto la romantica e nostalgica Soul Portrait, delicata come un sussurro.

La raccolta si conclude con due pezzi già conosciuti degli Iridio, che non sono certo dei debuttanti: Golden Skies e Windy Shore, e il loro sapore etnico sottolineato da una splendida performance vocale della cantante.
Il tema musicale è costruito su poche e semplici note di un pianoforte incorniciate dalla magia di archi e di strumenti a fiato che ricalcano le atmosfere ambient, rievocando quelle suggestioni che hanno fatto il successo si artiste come Enia.

Abbiamo così provato a descrivere 1,2 ore di ottima musica e siamo giunti alla conclusione che la nostra ELFA abbia davvero quel proverbiale dono per il quale è così famosa...

TRACKLIST:

AUDIOMATICA:
01. Scacco alla regina
02. Polvere
03. Il genio


AIORESIS:
01. senza meta
02. notte di primavera
03. Il treno


VALENTINA MEY
01. No more Blues
02. More Over
03. Sometimes
04. Because of you


MARDI GRAS
01. Conversation
02. The Wait
03. untitled


MONICA SHANNON
01. The island
02. The Iron Train
03. Soul Portrait


IRIDIO
01. Golden Skies
02. The Windy Shore

a cura di Giuseppina Brandonisio

RECENSIONE ELFA

 
Mi piace Non mi piace


I PIU' POPOLARI

I PIU' LETTI