Online: 1 | LOGIN | English

Home Servizi Roster Parters Contatti

Scritti Inversi Naturelfa

Nina Zilli: Una fusione internazionale vintage e m

2012-06-20 14:30 by elfa (letto 623 volte)
Un vulcano canoro di questo tipo merita di dar sfogo alla sua anima vintage che si nutre del multiforme panorama musicale moderno.

Nina Zilli è un’irrefrenabile artista nata con la musica nel cuore.

Inizialmente studia canto lirico, nonostante (a detta sua) preferisse la musica rock. Contemporaneamente all’impegno universitario, si esibiva nei locali con più gruppi.

Ciò che caratterizza il suo stile è un’approfondita esplorazione dei vari generi musicali finalizzata alla loro fusione per la creazione di qualcosa di nuovo.

Nina viaggia parecchio e visita l' America e la Gran Bretagna, raccogliendo souvenirs sonori tipici delle diverse tradizioni.

Unendo le informazioni tratte dal suo diario di bordo musicale, ottiene il rock steady.
Sfumature anni ’20 e ’50, raggae, soul, ska, pop, jazz hanno cominciato ad accennare i contorni dello “stile Zilli”. Brani di Mina e Celentano fornirono un ottimo spunto ispiratore.

Il primo album firmato “Nina Zilli” finì presto nel dimenticatoio per la stessa artista in primis. Successivamente, però, seguì un tour europeo con il quale la cantante portò negli stati esteri il suo essere artista a 360 gradi.

Nel 2010 uscì il singolo “50 mila” in collaborazione con Giuliano Palma che riscosse molto successo e il conseguente tour fece il tutto esaurito.

Partecipò singolarmente alla 60esima e 62esima edizione del Festival di Sanremo, vincendo diversi premi, mentre nella 61esima edizione si esibì in duetto con i La Crus.

Un nuovo album nominato “L’amore è femmina” entrò nel mercato discografico il 15 Febbraio 2012 da cui è stato estratto il singolo dal titolo analogo.

La personalità artistica di Nina Zilli non smette mai di crescere ed espandere i propri orizzonti, infatti proprio con il brano “L’amore è femmina” viene chiamata a rappresentare l’Italia nella competizione internazionale degli Eurovision Song Contest 2012.
Nonostante lo stato vincitore sia stato la Svezia, identificata da Loreen con il brano “Euphoria”, la nostra cantante-emblema ci ha reso orgogliosi nel sapere che un tale talento è italiano doc.

In seguito a questo grande e significativo evento, è partito “L’amore è femmina Tour” e oltretutto le imprese internazionali non sono ancora finite.
L’8 Giugno sono ufficialmente iniziati i campionati europei di calcio in Polonia e Ucraina e Radio Italia ha trasmesso in esclusiva da
Casa Azzurri entertainment e live per accompagnare la Nazionale. Tra questi concerti è incluso anche quello della Zilli.

Si rivela quindi un’artista made in Italy con un raggio artistico europeo e d’oltreoceano. Non la può fermare nessuno, ma chi lo vorrebbe mai?

Un vulcano canoro di questo tipo merita di dar sfogo alla sua anima vintage che si nutre del multiforme panorama musicale moderno.


a cura di Alice Sbroggiò

Redazione ELFA Promotions

 
Mi piace Non mi piace


I PIU' POPOLARI

I PIU' LETTI