Online: 1 | LOGIN | English

Home Servizi Roster Parters Contatti

Scritti Inversi Naturelfa

ER CALIFFO , POETA DE ROMA, SI E' SPENTO

2013-03-31 04:29 by elfa (letto 702 volte)
Un periodo di perdite inenarrabili, un'ecatombe assurda di artisti di gran valore della scena musicale italiana.

Pasqua tragica per la scena musicale italiana. Nell’arco di 24 ore se ne sono andati un simbolo di Milano e uno di Roma, «er Califfo».

Franco Califano si è spento ieri sera, 30 marzo 2013, a Roma nella sua casa nella frazione di Acilia all'età di 74 anni, a causa di un cancro osseo. 

Er Califfo, ma la cerchia dei suoi fan lo chiamava «il maestro», è stato un autore di classici della canzone, un interprete di successo, un poeta, un attore, un protagonista delle cronache per le sue amicizie pericolose e le sue rischiose abitudini. 

Già arrestato nel 1970 per possesso di stupefacenti e  finisce nuovamente in carcere per lo stesso motivo e per porto abusivo di armi nel 1983. Durante quest'ultima esperienza carceraria compose l'album Impronte digitali, che si basa soprattutto su esperienze di quel periodo. In entrambi i processi Califano fu assolto "perché il fatto non sussiste".

Califano si è sempre presentato come un amante latino bello e dannato, un po' cinico, un po' romantico, vantando migliaia di conquiste femminili.

Nel 2010 a causa del suo stato precario di salute, dovuto alla rottura di tre vertebre in seguito a una caduta dalle scale, non è in attività. Il 20 febbraio 2012 si esibisce in concerto al Teatro Sistina che è in sold out. Il 3 agosto 2012 oltre 5 mila persone assistono a un suo concerto in piazza San Giovanni in Laterano a Roma nell'ambito del San Giovanni Summer Village. Partecipa come ospite alla seconda puntata della seconda stagione di Tale e Quale Show.

Il 18 marzo si era esibito, nel suo ultimo spettacolo, al Teatro Sistina di Roma.


CI mancherà quello scanzonato che ci faceva fare due risate sia per il suo modo di essere e di fare.

Ciao Califfo


 
Mi piace Non mi piace


I PIU' POPOLARI

I PIU' LETTI