Online: 1 | LOGIN | English

Home Servizi Roster Parters Contatti

Scritti Inversi Naturelfa

CONVEGNO - IL TEMPO DELLA RIVELAZIONE

2011-02-10 21:33 by elfa (letto 608 volte)
Il riferimento del nostro convegno non è certo alle lezioni che Schelling alla metà del 1800 tenne a Berlino, sulla filosofia della rivelazione, ma più concretamente alle difficoltà che noi tutti sentiamo ....



dal 20 Febbraio 2011 a Roma,
Polo Culturale SERAPHICUM, Via del Serafico, 1
Ampio parcheggio interno – Metro B Eur Laurentina
organizzato da Lux Terrae,
con ELFA Promotions sponsor


Il riferimento del nostro convegno non è certo alle lezioni che Schelling alla metà del 1800 tenne a Berlino, sulla filosofia della rivelazione, ma più concretamente alle difficoltà che noi tutti sentiamo in maniera sempre maggiore, nel nostro vivere quotidiano, raffrontandoci con le piccolezze della vita sociale, che se moltissime volte ci apporta gioia e felicità, quando ci fa sentire fratelli di una comune famiglia, altre ci rattrista e ci avvilisce, quando ci mostra gli aspetti egoistici e aggressivi dei nostri compagni di vita, e soprattutto quando ci svela i nostri stessi limiti.
Nella vita normale tendiamo a non pensarci, andiamo oltre, ma molte volte è quella stessa vita, con le malattie e gli sbarramenti che ci ricorda di avere sbagliato percorso.

L’eterogeneità dei nostri relatori è il suggerimento che ci sentiamo di consigliare per avvicinare non tanto un modo di pensare migliore, in fondo ognuno trova il suo, ma la possibilità di potere vedere nuove prospettive e nuovi orizzonti, anche al cospetto di tempi tanto particolari quali quelli che sembrano delinearsi.
Un economista, un magistrato, un fisico, un regista ed uno psicologo, uniti dal filo rosso della passione per l’uomo e le sue debolezze, che divengono attributi dialettici formatori, non rappresentano tanto la via di fuga dai dispiaceri terreni, quanto la ricerca di un modo nuovo di confrontarsi con la sofferenza e la speranza, sicuri che non tanto la chiusura degli occhi determina la via di fuga dal dolore, comunque inutile ed inopportuna, ma che serva e che vada ricercata la consapevolezza di un livello superiore di coscienza, occorsa e accorsa nel confronto con le aspettative e le interiorità di una umanità sempre più integrata in un sistema universale che mostri i limiti dell’isolamento e le potenzialità invece della collaborazione, nel sistema terra, come nel sistema solare, come nel sistema universo.

Chiudiamo con le parole, anche se un po’ ermetiche, molto profonde, che un nostro lettore, della nostra rivista, Lux Terrae, Carlo, ci scrive, ricordandoci, e mostrandoci, la nostra comune aspirazione:

“Difficilmente ci si può sottrarre a quello che è il passaggio del tempo tra lo scorrere delle intemperie e vicissitudini umane, ed anzi molte volte sono proprio queste a scandirne il regolare abbattimento tra le scarnificate viscere esposte ai predoni interiori.
Come difficilmente si riesce a scorrere oltre i pensieri errabondi e denigratori di un dileggiante destino unico ma ripetibile nel suo incessante ondeggiamento serpentiforme.
Lo scorrere sempre più vorticoso del sangue tra le vene impietose e gli specchi dei nostri umani ricorsi, sempre ed all’infinito ci soccorrono senza molta pietà e con disgraziata infinita lucida franchezza, al fine di confrontarsi, e farci confrontare, con quell’aspetto nascosto, umbratile, perverso e accentratore, che nasconde invece immensi destini luminosi: la nostra vera e infinita vicinanza al sospetto di un multiverso sfaccettato e più che infinito, la vicinanza al mostro divorante la piccolezza umana per confrontarsi con la magnificenza degli infiniti livelli di conoscenza.
Molte volte noi umani ci confrontiamo sperando di non essere abbandonati nel vorticoso sole universale, così come soli nel nostro universo” .


Il Dott. Gennaro Francione, magistrato d’avanguardia ( sue le prime sentenze rivoluzionarie sui diritti d’autore) ora in congedo, drammaturgo, poeta, attore, scrittore, filosofo, con al suo attivo la produzione di decine di spettacoli teatrali, ed una dozzina di opere poetiche e di narrativa, è a capo di ben dieci compagnie teatrali in tutta Italia, parlerà del ”Concetto dell’uroboro nella psicoanalisi”.

Il Dott. Pierluigi Paoletti , economista, creatore del circuito alternativo di moneta di scambio “SCEC”, parlerà delle recenti crisi economiche in America ed in Europa, mostrando e analizzando le previsioni più ravvicinate per i singoli paesi e le economie più deboli, suggerendo le alternative e le vie d’uscita sia da una economia asfittica sia da uno stato tiranno e tiranneggiato dal denaro e dai banchieri

Il Dott. Alessandro De Frassine, fisico e tecnico elettronico , parlerà delle problematiche dei campi magnetici e delle interazioni tra l’uomo e l’ambiente. In relazione al tema del convegno più dettagliatamente si soffermerà , definendo e analizzando le innovative concezioni di energia della fisica moderna, sulle particolarità delle applicazioni della fisica teorica.

Il Dott. Varo Venturi, regista e produttore cinematografico, creatore di corti e lungometraggi, produzioni pubblicitarie e casting cinematografici, oltre che attore e produttore teatrale, verrà introdotto dalla sua ultima opera, in uscita nelle sale in prima visione in primavera, affrontando lo scottante argomento dei rapimenti alieni e del cover up ordito dai politici mondiali.
Tale opera si è avvalsa del sostegno teorico e pratico del professor Corrado Malanga, chimico, ordinario dell’università di Firenze, ben noto nel mondo dei ricercatori ufologici per le sue ipnosi regressive degli addotti.

Il Dott. Massimo Marinelli, psicologo, psicoterapeuta della asl della provincia di Viterbo, ora in libera professione, esperto di antroposofia ed esoterismo, cultore ed appassionato di tutta la filosofia steineriana, parlerà del concetto di liberazione e dell’azione, in merito ai tempi presenti e quelli cosiddetti futuri.

Seguirà ampio DIBATTITO con il pubblico

 
Mi piace Non mi piace


I PIU' POPOLARI

I PIU' LETTI