Online: 1 | LOGIN | English

Home Servizi Roster Parters Contatti

Scritti Inversi Naturelfa

Continua la lunga marcia dei Wave Music Awards.

2014-07-22 07:12 by Michela Zanarella (letto 1357 volte)
Fresca musica emergente per un’estate torrida

Dopo un buon avvio in quel di San Gregorio di Sassola (RM), la grande macchina dei Wave Music Awards approda (è proprio il caso di dirlo) al Pontile di Ostia. Tra un gelato e quattro passi per bancarelle e stand, tanto i residenti quanto gli occasionali turisti del dopo cena hanno potuto appagare il loro desiderio di relax, divertimento e buona musica emergente semplicemente fermandosi ad ascoltare quanto accadeva sulle assi del palco del Wave Music Awards.

La manifestazione organizzata dalla Faro Productions, in collaborazione con il settimanale Top, continua a sciorinare ottimi artisti emergenti, anzi, la sensazione è che, sera dopo sera, i gruppi in concorso vadano rodandosi, con il conseguente innalzamento del livello generale delle performance.

Yetis Business; Narsil Rock, Band Gemini; Itten Circle, Blond Brothers; questi i nomi, in ordine sparso, degli artisti emergenti che si sono affrontati sul palco a colpi di note. Anche stavolta la regia si è trovata quindi a dovere affrontare un duro compito. Nomi qualificati in giuria, quindi, per una missione ardua: Paolo Mancini (direttore del settimanale Top); Sacha Sirolli (direttore del portale Lazio Quotidiano); Valeria Scafetta (direttrice del portale Roma Che Verrà) Emanuele Trimarchi e Luce Barucchi.

Non di sola musica campa l’uomo, ed ecco irrompere sul palco del Wave Music Contest le bellissime partecipanti al concorso Miss Moda Mare Top. Accompagnate da musica, applausi e dallo sguardo attento del pubblico (specialmente quello maschile), le ragazze sfilano con piglio sicuro, infiammando la serata. Alla fine sarà Jessica Maiolo ad aggiudicarsi la fascia da vincitrice.

Anche stavolta il parco ospiti è stato nutrito e sfizioso, in grado di abbracciare trasversalmente l’intera gamma (o quasi) dei gusti del pubblico. Abbiamo quindi ballato con Roby Rossini sulle note di “Tanz Bambolina”; ci siamo inteneriti sulla scia del romanticissimo Anonimo Italiano, in forma come sempre, ci siamo interessati alla fresca musica di Manuel Moscati; abbiamo gustato le performance dei Makai, band ufficiale del Wave Music Awards ed ensemble solido, di provata qualità.

Le sorprese non finiscono qui. Proprio quando l’audience è più calda e attenta sale sul palco una folletta dal rosso crine che, con piglio deciso, si sistema alle tastiere: è arrivata Nathalie con tutta la sua carica emotiva. Quattro brani le bastano per scaraventare il pubblico in una dimensione calda ed avvolgente di emozioni palpitanti, da vera regina della musica qual è. Presenta il suo nuovo lavoro Nathalie, e lo fa con classe ed eleganza, com’è la sua cifra. Null’altro può dirsi.

Serata di buon livello, questa seconda uscita del Wave Music Award. La strada imboccata è giusta ed il passo è spedito. Siamo pronti a seguire con interesse i prossimi spostamenti, mai sazi come siamo, di buona musica emergente.


di Antonino Giorgianni 



 
Mi piace Non mi piace


I PIU' POPOLARI

I PIU' LETTI